Monthly Archives: Ottobre 2012

Elezioni siciliane – Né vincitori né vinti, tranne il popolo

Category : Uncategorized

Il risultato elettorale di domenica 28 ottobre appare, oggi più che mai, scontato, ma sotto certi aspetti anche indecifrabile alla luce delle dichiarazioni post voto dei presunti vinti e dei presunti vincitori. In realtà un vincitore non c’è stato, considerato che colui che governerà la regione Sicilia per i prossimi anni in un certo senso non è legittimato dalla maggioranza dei siciliani che, invece, hanno manifestato la loro disaffezione alla politica snobbando, a torto, i seggi elettorali per oltre il 50%. Allo stesso modo sembra non vi sia stato nemmeno un perdente, considerato che la recente spaccatura del centro destra siciliano ha contribuito in misura determinante alla labile vittoria dell’altra parte, ma come spesso accade ognuno rimpiangerà di essere stato la causa del proprio male.
Vincitore assoluto del confronto elettorale, invece, sembra essere stato l’astensionismo della maggior parte degli elettori siciliani che, inconsapevolmente, ha incoronato, da una parte, un re senza corona e dall’altra ha armato un cavaliere senza spada che, tuttavia, oltre battaglia, promette coerenza e correttezza nel votare le proposte che, di volta in volta, il governo della regione sottoporrà al vaglio dell’assemblea. In tal senso sono da elogiare le dichiarazioni dell’onorevole Cancelleri sulla linea politica che la sua armata intenderà perseguire nell’interesse dei siciliani. Altrettanto belle sono le parole del neo presidente Crocetta il quale bandisce gli accordi sottobanco con gli affecionados della poltrona e rivendica un nuovo modo di amministrare la cosa pubblica, ovvero quello del vivere alla giornata, pena il ritorno alle urne.
Sembra effettivamente una rivoluzione, ma, stando così le cose, non è altro che il riproporsi della teoria, di machiavelliana memoria, secondo cui la storia si ripete e questo momento, di certo, per colpa degli stessi siciliani, non sfugge alla regola dettata dal sommo fondatore della scienza politica moderna.
La partecipazione attiva alla vita politica di un paese, anche solo attraverso l’esercizio del diritto/dovere di voto, è sinonimo non solo di democrazia, ma anche della volontà della gente di voler veramente cambiare ed ancora i siciliani, contrariamente a quanto da molti ritenuto, non vogliono cambiare.               

Il bello della punta?

Category : Uncategorized

L’altra mattina dei surfisti sono entrati in macchina, a circa 40 – 50km/h, nella strada circolare che gira attorno al basamento del pilone; non hanno nemmeno rallentato per superare il marciapiedi che delimita la strada asfaltata dalla strada attorno al basamento (in ghiaia). Poi hanno anche parcheggiato le loro macchine sulla duna.
Volevo capire se il pensare che abbiano un po’ esagerato sia un pensiero solo mio oppure se invece la cosa sembra fuori posto a tanti… Per me è allo stesso livello del cumulo di spazzatura davanti al cancello del “complesso capo peloro”, un affronto per la bellezza del posto.
Invece di godersi la punta, il vento e la corrente, questi signori violentano la zona con i loro gipponi, passando ad alta velocità dove ci potrebbero essere persone a piedi e poi piazzando i gipponi sulla parte di duna “protetta” (più prosaicamente: dove sono stati spesi soldi per le cannette che fermano la sabbia).
A me non piace questo modo di fare, contrasta con il senso di questi ultimi anni di ripresa della zona della punta. Invece che degradarsi sempre più, la zona della punta, con quei pochi metri quadrati di verde al posto del folle parcheggio di prima, ha ripreso una apparenza meno indecente.
Il verde contrasta in modo strano con il pilone ed anche con lo scheletro dell’ex-seaflight. Se non ci fossero le parti nuove in mattonacci grigi di quelle parti nuove dell’ex-seaflight non dico che sarebbe un bel contrasto, ma insomma… sarebbe un qualcosa di meno indecente di quanto ci si sarebbe potuto aspettare prima dell’area verde.
Questo a me pare il bello della punta: quel fazzoletto verde in contrasto con le strutture metalliche.
Ma queste macchine che entrano in spiaggia, spesso a velocità pericolose, parcheggiano sulla duna, etc., paiono solo a me un affronto a quel poco di bello che c’è in zona? Vi chiedo, siccome la bellezza è negli occhi di chi guarda, solo a me danno fastidio?

Elezioni in Sicilia – Invito a votare

Category : Uncategorized


Cari lettori ed elettori,

domenica 28 ottobre, dalle h. 8.00 alle h. 22.00, si svolgeranno le votazioni per l’elezione del Presidente e dell’Assemblea Regionale Siciliana. 
Nel momento più difficile e drammatico della nostra regione – e non solo -, questo post ha lo scopo di incitare tutti gli elettori a non abbassare la guardia, considerato che proprio ora più che mai l’esercizio del diritto di voto costituisce l’unico mezzo per manifestare ed esternare – indirettamente – le proprie idee.
E’ vero che gli antichi ed irrisolti problemi della nostra regione discendono dalla crisi mondiale in atto, ma è altrettanto vero che la disaffezione dei cittadini alla politica – registratasi in aumento negli ultimi anni – non contribuisce a migliorare la situazione attuale. Come dire, meglio un voto di protesta che un voto alla vecchia classe politica, ammesso e non concesso che l’antipolitica non possa diventare un valido progetto di rinascita della nostra regione.
Con il presente si vuole invitare tutti a partecipare alle votazioni, a scegliere liberamente i candidati ritenuti più adatti a rappresentare le proprie idee nella prossima legislatura. Votare, oltre un diritto, è pure un dovere per ognuno e nessuno può tirarsi fuori dall’importanza di questo momento.
I prossimi saranno anni difficili nei quali tutte le componenti della società dovranno ritrovarsi, in un contraddittorio civile e costruttivo, uniti e solidali. 
E’ questo ciò che rende indispensabile la partecipazione al voto con la massima libertà di coscienza e di scelta.
Come, però, sussurrò qualcuno ……  DATE VOCE AL CAMBIAMENTO.

Finalmente Torre Faro ha il suo Circolo Nautico

Category : Uncategorized

In data 07.10.2012 a Torre Faro si è costituito lA.S.D. – CIRCOLO NAUTICO “CAPO PELORO”. L’Associazione, a detta del Presidente, Dott. Salvatore Idone, ha lo scopo di riunire appassionati del mare in genere, nonchè di promuovere la diffusione, la conoscenza e la pratica dilettantistica degli sport nautici nelle sue diverse specialità, tra le quali in particolare pesca, vela, windsurf, kitesurf, canottaggio, nuoto, pallanuoto, subacquea, beach volley, canoa, canoa-polo, motonautica, scherma, tennis, calcetto, triathlon etc.
Tali propositi, continua il dott. Idone, inevitabilmente, condurranno il Circolo Nautico a partecipare alle relative competizioni sportive con i propri associati, a promuovere ed organizzare competizioni e manifestazioni nautiche, sia a carattere locale e regionale che a carattere nazionale ed internazionale ed, infine a promuovere, organizzare, gestire e svolgere l’attività didattica teorica e pratica delle discipline nautiche.
E’ certo che il neonato consesso ha preso un grande impegno nei confronti del paese, ma, assicura il dott. Idone, che con l’aiuto e la partecipazione (n.d.r. l’associazione) di tutti i coloro che, in un modo o nell’altro, hanno avuto e hanno a che fare con il mare, si potranno fare grandi cose.
La redazione di Torre Faro Blog augura lunga vita e successi al costituito Circolo Nautico “Capo Peloro”. 

Categorie