Monthly Archives: Luglio 2013

Per due giorni Torre Faro capitale mondiale dell’apnea

Category : Uncategorized

Dal 26 al 28 luglio il campione del mondo di apnea Gianluca Genoni terrà un stage di apnea presso la sede del centro immersioni Ecosfera Diving a Torre Faro – Capo Peloro. L’iniziativa, da alcuni anni nel calendario di Ecosfera Diving, certamente, costituisce un’adeguato stimolo ed un forte incoraggiamento per quanti volessero organizzare eventi di tale portata nel territorio dell’antico borgo marinaro.
Nello spazio sottostante la locandina dell’evento.

       


Il Pilone di Torre Faro tra storia, leggenda e – speriamo di no – tragedia

Category : Uncategorized

Il Pilone di Torre Faro, alto 232 metri, fu costruito tra il 1948 e il 1955, ad opera della S.G.E.S. (Società Generale Elettrica della Sicilia), per collegare l’isola al continente con un elettrodotto aereo la cui campata era lunga 3.650 metri. L’inaugurazione avvenne il 15 maggio 1956, in occasione del decennale della nascita della Regione Siciliana, e l’opera con due piloni autoportanti rappresentò, con l’elettrodotto aereo di 3650 metri, la più grande campata elettrica del mondo, a tal punto da meritare il premio ANIAI 1957, quale migliore realizzazione dell’ingegneria elettrotecnica italiana. Fu dismesso nell’agosto del 1993, quando venne completata l’opera di demolizione dei conduttori che attraversavano lo Stretto di Messina, poichè già dal 1985 era entrato in esercizio il nuovo collegamento elettrico sottomarino. Successivamente, in base a un accordo intercorso tra Terna, Comune e Ufficio del Territorio di Messina, di concerto con la Capitaneria di Porto di Messina, il Pilone di Torre Faro fu trasferito all’Amministrazione Comunale, affinché la struttura potesse essere inserita nel progetto di riqualificazione dell’area di Capo Peloro.
La bella storia del Pilone di Torre Faro, da qualche decennio, si è trasformata in una vera e propria leggenda dai risvolti che potrebbero diventare, a dir poco, tragici. Ed infatti, dopo che la Terna completò i lavori di manutenzione alla struttura, prima del passaggio al patrimonio comunale, nel dicembre del 1999 fu inaugurato l’impianto di illuminazione del Pilone, evento questo che sancì il punto di partenza della valorizzazione turistica di tutto il litorale della Riviera Nord di Messina, nonchè il simbolo della rinascita del territorio. Fu così che furono consentite, anche se limitate, le visite panoramiche dal manufatto, la redazione di progetti avvenieristici che interessavano la struttura e chi più ne ha più ne metta.
Sta di fatto che nessuno, sino ad oggi, ha mai pensato seriamente alla sua manutenzione che, oramai, è risalente a quindici anni or sono. Forse è giunto il momento per l’amministrazione Accorinti di decidere sul futuro del Pilone e di prendere i necessari provvedimenti per la salvaguardia dell’incolumità della gente che, ora più che mai, si vede pendere sul capo una spada di Damocle di “proporzioni bibliche”.        

Caos infernale a Torre Faro, ZTL indispensabile

Category : Uncategorized

Siamo alle solite. Come ogni anno, anche quest’anno, nella stagione estiva a Torre Faro regna il caos più totale, causato dal disordinato riversamento nella ridente località balneare di una moltitudine di persone. La circolazione nelle principali strade del villaggio, ma anche in quelle secondarie, è, a dir poco, impossibile, anche per i pedoni che spesso si trovano in fila dietro le autovetture in attesa del varco giusto per poter proseguire e non essere soffocati dai gas di scarico delle stesse. Si assiste impotenti al perpetrarsi di una problematica che le passate amministrazioni non hanno mai voluto risolvere, ma che neanche l’amministrazione Accorinti, a quanto pare, ha messo fra le sue priorità, al pari della pulizia delle spiagge. Eppure, in questi periodi, la suddetta problematica è sempre stata oggetto di vivaci discussioni nell’aula del consiglio comunale.
La tanto declamata ZTL a Torre Faro è diventata, oramai, un miraggio, forse irraggiungibile per motivi che non è dato sapere, ma, di certo, non riconducibili – come spesso fatto credere – alla mancanza di risorse per l’organizzazione dei servizi pubblici connessi alla sua attuazione. Se questo fosse il vero problema, di certo, sarebbe di facile soluzione, considerato che questa Amministrazione si è già avvalsa dell’opera di varie organizzazioni cittadine di volontariato, a cui ci si potrebbe rivolgere per incominciare a dare attuazione parziale al suddetto antico progetto. Per esempio, data per scontata l’apertura delle “Torri Morandi”, per consentire il parcheggio delle autovetture, i servizi – per ora – potrebbero essere garantiti dalle suddette organizzazioni di volontariato – compreso il servizio navetta – che avrebbero anche il compito di sensibilizzare la gente ad utilizzare la suddetta area.              

Al via l’operazione “Spiagge Pulite” nei litorali comunali messinesi

Category : Uncategorized

Domani partirà l’operazione “spiagge pulite” fortemente voluta dal Sindaco Accorinti e dal suo entourage, per garantire la pulizia del litorale comunale messinese.
I soggetti protagonisti dell’operazione saranno l’amministrazione comunale, unitamente a Messinambiente, Ato 3 e Amam, e le organizzazioni messinesi di volontariato, unitamente ai singoli cittadini che intenderanno partecipare all’evento. Sarà compito dell’amministrazione, insieme a Messinambiente, Ato3 e Amam, provvedere la mattina (ore 05:00) alla pulizia della costa, secondo le loro specifiche competenze, sarà, invece, compito dei volontari, che scenderanno in campo alle 17.30, svolgere operazioni di rifinitura.
Lungo tutto il tratto interessato all’iniziativa (Ortoliuzzo, Rodia, San Saba, Spartà, Acqualadrone, Mortelle-Spiagge d’oro, Capo Peloro, Sant’Agata, Pace, Contesse, Mili, Galati, Briga), inoltre, saranno allestiti 100 ecopunti, dove sarà possibile reperire informazioni ed utilizzare i cassonetti per la raccolta differenziata.
Di certo, questa iniziativa non risolverà i problemi della città di Messina, ma, sicuramente, costituirà un buon inizio per realizzare quel progetto che pone il cittadino al centro delle vicende politiche del comune e che, in ogni caso, lo coinvolge nella sua vita amministrativa.
Per chi vuole segnalare un disservizio o una mancata pulizia nei suddetti tratti di costa, inviare una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: puliziaspiaggemessina@gmail.com.     

Categorie