Monthly Archives: Maggio 2015

“Pepe” ed il problema mondiale della migrazione

Category : Uncategorized

La migrazione non è un problema italiano, ma del mondo. Però purtroppo non esiste un governo mondiale. Non c’è nessuno che si occupa del mondo intero. Ci si preoccupa solo di chi vince le elezioni. Abbiamo generato una civiltà che non governiamo più. Ci governa il mercato. Allora le decisioni sono cieche“.
Queste parole, pronunciate ieri a Livorno dall’ex Presidente dell’Uruguay José Alberto Mujica Cor­dano, detto “Pepe”, ci dovrebbero far riflettere sul senso della globalizzazione, che può essere attuata solo attraverso una seria ed efficace amministrazione del governo del mondo, scevra da ingerenze politiche e da interessi di parte ed, in special modo, da quelli del mercato che favoriscono “pochissimi” a discapito di tutti gli altri ed, in particolare, dei più poveri. Pensate che nel mondo ci sono solo 85 persone che detengono il 40% della ricchezza mondiale.
Le parole di “Pepe”, indubbiamente, colpiscono per i principi che vogliono affermare che sono quelli della democrazia e dello sviluppo economico, insieme all’attenzione verso i più deboli

Ansa
José Alberto Mujica Cor­dano, detto “Pepe”

Strade, buche e rattoppi, una delle tante piaghe dell’area di Capo Peloro … e non solo

Category : Uncategorized

Le buche nell’area di Capo Peloro e, in genere, nella città di Messina rappresentano senz’altro un grave problema per la sicurezza di tutti, a cominciare dai pedoni e dagli automobilisti, per finire ai ciclisti ed ai motociclisti, questi ultimi, di norma, coloro che subiscono i maggiori danni per le rovinose cadute cui conducono e per le altrettanto gravi conseguenze cui possono portare in caso di cambi repentini di traiettoria effettuati per evitare le stesse.
Certamente, non si può dare la colpa della formazione delle insidie sempre e solo agli eventi atmosferici, trattandosi il più delle volte, almeno nelle nostre zone, di una questione di cultura tecnica e di corretto approccio al problema. Le buche non si devono formare, ma se ciò avviene è evidente che qualche cosa non funziona come dovrebbe e che qualcuno non ha fatto bene il proprio lavoro e non è detto siano sempre le imprese esecutrici dei lavori.
Purtroppo sembra che alle buche ci siamo tutti stranamente abituati o meglio le diamo per scontate e non ci indigniamo come, invece, dovremmo.
Proprio in questi giorni a Torre Faro si stanno eseguendo lavori di rifacimento di alcuni tratti di strada, ma, come al solito, a macchia di leopardo, scarificando qua e la qualche tratto di asfalto per poi rattopparlo alla meno peggio.
Siamo alle solite, ma nessuno protesta.      .

Categorie