Author Archives: Torre Faro Blog

Invito a postare su Torre Faro Blog

Category : Uncategorized

Come più volte ribadito, lo scopo di questo Blog è quello di dar voce a tutti coloro che hanno a cuore le sorti del nostro villaggio, affinchè con le loro critiche e le loro proposte possano, nell’auspicabile contraddittorio con i nostri amministratori, contribuire a risolvere le problematiche che affliggono il nostro territorio. Questa redazione, pertanto, invita tutti coloro che sono interessati a postare all’interno del blog a rilasciare i propri dati anagrafici, al fine della concessione della necessaria autorizzazione, inviandoli al seguente indirizzo di posta elettronica: blog@torrefaro.it

Matteo Renzi, incosciente, coraggioso od “altro”?

Category : Uncategorized

Come ogni tanto accade, la redazione di questo Blog si diletta a fare qualche riflessione sulla politica “estera”, intendendo, con tale aggettivo, rimarcare la vocazione locale di questo contenitore che, anche se saltuariamente, ha il suo bel da fare nel trattare le questioni che più da vicino interessano le “cose del popolo”. Non che la politica interna del “Bel Paese” non interessi, ma per la semplice convinzione che se è vero come è vero che il pesce puzza dalla testa è altrettanto vero che le cose potranno cambiare solo se la gente vorrà effettivamente cambiarle, ma questo è tutto un’altro discorso che, inevitabilmente, implica altri e fondamentali aspetti della natura umana, quali la mentalità, l’onesta, la trasparenza e la dignità.
Ritornando al diletto, non si può fare a meno di riflettere sulla situazione politica che il nostro paese sta attraversando in questi ultimi giorni.
Il passaggio di consegne avvenuto tra Letta e Renzi non può che suscitare qualche perplessità sui reali motivi che hanno portato a questa “soluzione”, sotto certi aspetti criticabile per l’energia con la quale il “popolare” fiorentino aveva da sempre proclamato l’illegittimità di un governo che non fosse espressione della volontà popolare. D’altronde, la sua “legittimazione”, non essendo un deputato del nostro parlamento, discende solo da una parte dell’elettorato del suo partito che lo ha elevato a segretario.
Altrettanto vero è che il buon Renzi, con questo colpo di mano (per non dire di stato), sta correndo enormi rischi che potrebbero portarlo alla sua definitiva uscita di scena dal panorama della politica italiana. A questa prospettiva, indubbiamente, è d’obbligo una riflessione: Renzi è incosciente, coraggioso od altro?
Non sembra che Renzi possa definirsi una persona incosciente, è troppo intelligente per potere cadere in quella trappola che alcuni dei suoi avversari politici – soprattutto quelli interni al PD – gli hanno teso già da qualche tempo, ma non sembra nemmeno che Renzi possa considerarsi un coraggioso, perchè per quanto in tali occasioni si anteponga l’onore della patria – ammesso e non concesso che possa mai salvarlo – al proprio, non è detto che lui abbia intenzione di sacrificarsi, per farsi tacciare, questa volta si, da stupida incoscienza.
Allora non può che pensarsi ad altro, ovvero al paracadute che il buon Silvio gli ha fatto indossare nel momento in cui i due hanno raggiunto l’accordo sulla legge elettorale (Italicum). Il terzo incomodo, non si sa fino a che punto ignaro, ovviamente è il “traditore” Alfano che questa legge elettorale non intende votarla. Gli scenari futuri, quindi, vedranno Alfano uscire dal governo Renzi che, dopo un adeguato rimpasto, accoglierà nel suo grembo la “Banda” Berlusconi. D’altronde, il limite che il buon Renzi si prefigge è l’anno 2018, come a dire “sono la vostra ultima ancora di salvezza” o meglio “dopo di me più nessuno”.
Attenzione Renzi “chi troppo vuole nulla stringe”.                                         

Istituzione Cantieri di Servizi – Presentazione domande entro il 13 marzo 2014

Category : Uncategorized

Il Comune di Messina ha indetto una selezione pubblica per la formazione della graduatoria per l’ammissione nei Cantieri di Servizi, di prossima istituzione, finanziati dall’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, ed aventi ad oggetto programmi di lavoro, della durata di 3 mesi, per l’integrazione e/o l’ampliamento dei servizi comunali. Ovviamente, l’ammissione ai suddetti Cantieri di Servizi non determinerà l’instaurazione di alcun rapporto di lavoro con l’Ente Istitutore, mentre la conseguente integrazione al reddito, erogata per tre mesi, non potrà essere rinnovata. Il programma orario di lavoro prevede un impegno orario pro capite di 80 ore mensili.
Gli interessati di età compresa tra i 18 ed i 65 anni compiuti, disoccupati e/o inoccupati che hanno presentato la dichiarazione di disponibilità presso il Centro per l’Impiego competente per territorio, in posssesso dei restanti requisiti di ammissibilità, potranno presentare, entro il 13.03.2014, istanza su modello di domanda predisposto in formato on line, avvalendosi anche della compilazione gratuita dei CAF che hanno sottoscritto con il Comune di Messina l’apposito protocollo d’intesa.

PER INFORMAZIONI E PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE RIVOLGERSI A:
– CAPEF (Centro Assistenza Polivalente e Funzionale ) con sede centrale in Messina, via dei Mille is. 77 n. 272 int. 5 – tel. 090/6510326 e 090/7382283;
– CAPEF (Centro Assistenza Polivalente e Funzionale) con sede zonale in Messina via Consolare Pompea n. 65 Granatari Torre Faro.  

Bonus socio-sanitario: presentazione delle domande entro il 28 Febbraio 2014

Category : Uncategorized

Il Comitato dei Sindaci del Distretto socio-sanitario D26 ha approvato il Bando per l’assegnazione del buono socio – sanitario per l’anno 2014. Entro il 28/02/2014 dovranno pervenire le domande, da presentarsi presso i Comuni di residenza. Il buono socio-sanitario potrà essere concesso sotto duplice forma a seconda della richiesta: o buono sociale che si concretizza in una provvidenza economica a supporto del reddito familiare finalizzata a sostenere la famiglia che si prende cura dei propri familiari oppure può essere, a richiesta, un buono di servizio o voucher che equivale ad un titolo di acquisto di specifiche prestazioni domiciliari. Destinatari dell’intervento sono le famiglie residenti nell’area del Distretto soci-sanitario 26 che mantengono o accolgono anziani di età non inferiore a 69 anni e 1 giorno che versano in condizioni di non autosufficienza debitamente certificata o disabili gravi purchè conviventi e legati da vincolo di parentela ai quali garantiscono direttamente o con impiego di altre persone non appartenenti al nucleo familiare prestazioni di assistenza e di aiuto personale. Il limite ISEE per l’accesso al buono socio-sanitario è determinato in euro 7.000,00.
PER INFORMAZIONI E PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE RIVOLGERSI A:
– CAPEF (Centro Assistenza Polivalente e Funzionale ) con sede centrale in Messina, via dei Mille is. 77 n. 272 int. 5 – tel. 090/6510326 e 090/7382283;
– CAPEF (Centro Assistenza Polivalente e Funzionale) con sede zonale in Messina via Consolare Pompea n. 65 Granatari Torre Faro.  

Non è la prima volta, ma forse è anche colpa della crisi

Category : Uncategorized

(ANSA) – DELIANUOVA (REGGIO CALABRIA), 15 FEB – Il cadavere di una donna, Maria Musitano, di 94 anni, è stato trovato nel congelatore della sua abitazione a Delianuova, nel reggino. I carabinieri hanno ritrovato il cadavere nel corso di una perquisizione disposta dopo una segnalazione anonima. Gli investigatori stanno sentendo il figlio di 51 anni, convivente dell’anziana. I vicini di casa sostengono di non vedere la donna da circa un anno.

Lavori di pulizia e scerbatura “inutili” sulla via Consolare Pompea

Category : Uncategorized

Sin dal momento del suo insediamento, l’amministrazione comunale di Messina si è dimostrata alquanto sensibile al problema della pulizia e scerbatura dei margini delle strade cittadine, spesso invasi da terriccio ed erbacce che, nella maggior parte dei casi, ostruiscono le canalette di scorrimento delle acque piovane, impedendo alle stesse di confluire negli appositi pozzetti di smaltimento e causando, in occasione delle piogge, l’allagamento della sede stradale, con i conseguenti notevoli disagi per la popolazione.
La “task force” messa in campo dall’amministrazione, anche se ha affrontato la suddetta problematica a macchia di leopardo – aspetto questo apparentemente non criticabile visto il periodo di carestia -, sembra non abbia prodotto gli esiti sperati, anzi non è servita proprio a nulla. Ed infatti, basta transitare lungo la via Consolare Pompea, all’altezza dell’ex ristorante “La Macina”, per rendersi conto che i lavori di “pulizia” e di “scerbatura”, eseguiti non più di un mese fa, sembra non siano mai stati fatti, anzi le erbacce, apparentemente estirpate, sono ricresciute dentro le canalette più forti e rigogliose di prima. Allora, ci vuole ben poco a capire che gli operai, intervenuti sui luoghi qualche mese fa, con i loro tagliaerba, hanno eseguito un servizio che si addice più alla rasatura del prato inglese di una villa che alla pulizia di un canale di scolo.
Si tratta, ovviamente, di uno sperpero di denaro che potrebbe essere, certamente, evitato. I lavori male eseguiti, infatti, si pagano due volte ……… e forse più.  

Come usufruire di uno sconto del 30% sulla TARES

Category : Uncategorized

L’Ato Me 3, da qualche tempo, ha promosso la campagna per il compostaggio della parte organica dei rifiuti solidi urbani che ha come finalità la riduzione del quantitativo di rifiuti organici naturali smaltiti in discarica. Ed infatti, se si considera che un terzo dei rifiuti prodotti da una persona è composto da rifiuti organici – che invece potrebbero essere reintrodotti in natura -, si può ben comprendere quale contributo ognuno di noi  può apportare per la salvaguardia dell’ambiente praticando il compostaggio domestico.
La società della raccolta rifiuti di Messina, a questo scopo, ha predisposto la consegna, in comodato d’uso gratuito – ai cittadini che ne facciano richiesta ed abbiano a disposizione un giardino od un orto -, di compostiere domestiche e bidoni per la raccolta della frazione organica dei rifiuti solidi urbani.
I cittadini che parteciperanno alla suddetta campagna, trasformando i rifiuti organici in fertilizzante per orti e giardini, usufruiranno di uno sconto del 30 % sulla tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU, TARES o come la vorranno chiamare), come previsto dall’art. 20 comma 4 del Regolamento per la Disciplina del Tributo sui Rifiuti e sui Servizi, approvato – in attuazione dell’art. 14 del D.L. del 06.12.2011 n. 201 – con deliberazione del Consiglio Comunale n. 78/c del 12.11.2013.

A Torre Faro indignarsi non basta più

Category : Uncategorized

Capo peloro, punta della Sicilia, spiaggia bella di Messina, porta d` ingresso dell’ isola. ……………ma
Mi chiedo dove sia finito l`amore dei messinesi per questa città, l`educazione la ragione la coscenza la cultura, l`orgoglio di essere siciliani. Stiamo seppelendo le nostre bellezze, la nostra storia, il nostro futuro sotto i rifiuti, ma più grave sotto l`indifferenza di un popolo nel quale non mi riconosco più. 
 
Indignarsi non basta, reagire è d`obbligo.

Antonio Marchetta


Torre Faro, riqualificazione ed isola pedonale dimenticate

Category : Uncategorized

Un vibrante ed accorato appello giunge dalla popolazione di Torre Faro all’Amministrazione comunale ed, in particolare, al Sindaco ed all’Assessore alla viabilità del Comune di Messina, affinché con sollecitudine e determinazione mettano in atto l’antico progetto di rilancio e riqualificazione dell’antico borgo marinaro. Tra i tanti, si fa, per esempio, riferimento al progetto dell’isola pedonale che doveva sorgere tra la via Nuova, la via Torre e la via Lanterna, da tempo annunciato ma mai realizzato.
Le condizioni penose ed invereconde in cui versa l’arteria principale del villaggio rendono improcrastinabile l’intervento da parte degli amministratori che, oggi, si devono assumere le responsabilità dei loro predecessori i quali, sconsideratamente, hanno attuato la parte finale di quel progetto che avrebbe dovuto cambiare l’aspetto del villaggio che, da qualche tempo, illegittimamente, si pregia dell’appellativo di “antico borgo marinaro”. Camminando per la via principale del villaggio, infatti, non è difficile incappare in grosse buche formatasi a causa del passaggio dei veicoli su una pavimentazione ideata, esclusivamente, per il traffico pedonale ed in alcune parti, oramai, priva del substrato idoneo a contenerla. Nei periodi di maggiore afflusso, caos veicolare, sporcizia, squallore, insicurezza dei pedoni sembrano, ormai, aver preso il sopravvento, specchio eloquente di uno stato di abbandono in cui si dimena drammaticamente anche il resto della città.
E allora che fine ha fatto il rinnovamento della città, preannunciato, non senza enfasi retorica, durante la campagna elettorale? Forse la crisi più grave che travaglia la nostra città non è solamente di natura economica, ma anche crisi di idee, progetti e senso civico, carenza quest’ultima che, purtroppo, non manca mai, soprattutto alle nostre latitudini.

Torre Faro Blog – Speciale Post 2013

Category : Uncategorized

Torre degli Inglesi ed ex Tiro al Volo di Torre Faro (Parco Horcynus Orca), concessioni giacenti
VI quartiere, ore 9, Incontro con comandante Samiani e assessore Cucinotta per petizione contro pesca di frodo
Il Pilone di Torre Faro, Accorinti e gli uccelli disorientati
E’ iniziato il declino del Pilone di Torre Faro (Capo Peloro)
A Torre Faro e Ganzirri meglio l’autonomia a questo decentramento
“Partecipazione Pubblica” ed attuazione del “Decentramento”, uniche ancore di salvezza per l’amministrazione Accorinti
Pericolo di incendio nell’area “Pilone” di Torre Faro
Per due giorni Torre Faro capitale mondiale dell’apnea
Il Pilone di Torre Faro tra storia, leggenda e – speriamo di no – tragedia
Caos infernale a Torre Faro, ZTL indispensabile
Accorinti, attento al lupo
Vince il cuore, ma anche l’astensionismo – Renato Accorinti Sindaco di Messina
Ballottaggio alle amministrative 2013 di Messina – Accorinti il cuore, Calabrò la ragione
Torre Faro continua a non essere terra nostra
Riprendiamoci Torre Faro, questo è il momento
Elezioni amministrative del 9/10 giugno 2013 – Campagna Riprendiamoci Torre Faro – I candidati di Torre Faro
A Torre Faro pesca illegale, mentre le autorità latitano
Riprendiamoci Torre Faro – Consigli utili per un voto utile
Elezioni presidenziali – situazione politica abnorme
Diventa anche tu cittadino attivo
Delfino spiaggiato a Torre Faro
Ma quale spanding review – Crocetta così sei uno di loro
A Torre Faro – ma non solo – strade gruviera
Ecco riaffiorare il problema del libero accesso alle spiagge
Illusione politica, madre della solita confusione
A Torre Faro, condotte idriche e fognarie fatiscenti
Roba da matti, Berlusconi ci ha salvati dal fallimento
Confusione politica figlia della solita illusione
ZTL si o ZTL no


Categorie